Dal 21 marzo al 21 giugno 2016 a Firenze, Roma, Napoli, Palermo, Padova

Lettera di Lorenzo Respighi a M. Ertel

Roma, 21 giugno 1868

INAF- Osservatorio Astronomico di Roma

La lettera testimonia lo scambio avuto da Respighi con i costruttori Ertel e Merz di Monaco, a proposito della realizzazione di un prisma di grandi dimensioni da porre davanti all’obiettivo del suo telescopio. La parte meccanica venne realizzata dalle officine Ertel, mentre la parte ottica fu da queste commissionata alla celebre ditta Merz. Nella lettera si noti il disegno dello stesso Respighi del supporto metallico da realizzare per il prisma. Benchè la priorità nell’invenzione del prisma obiettivo sia da attribuire a Respighi, tuttavia fu Secchi a farne un uso sistematico nelle sue ricerche spettrali. (I.C.)

Bibl.: CHINNICI in ALTAMORE & MAFFEO (eds.) 2012, pp. 71-79.