Dal 21 marzo al 21 giugno 2016 a Firenze, Roma, Napoli, Palermo, Padova

KIRCHHOFF, GUSTAV (1824-1887)

Untersuchungen über das Sonnenspectrum und die Spectren der chemischen Elemente 3. abd.
Berlin: Ferd. Dummler’s, 1866-1875 2 v. ([4], 43 p., 3 c. di tav.; 16 p., 2 c. di tav.); 300 mm sulla coperta di entrambi i volumi è apposto il timbro della Società degli Spettroscopisti Italiani

INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo, Biblioteca

Terza edizione del celebre lavoro di Gustav Kirchhoff (titolo tradotto: Ricerche sullo spettro solare e sugli spettri degli elementi chimici), professore di Fisica all’Università di Heidelberg.
Nel 1859, con il chimico Robert Bunsen, pose le basi dell’analisi spettrale e spiegò i meccanismi che portano alla formazione delle tipiche righe di assorbimento e di emissione da parte di vari elementi chimici. L’analisi delle righe degli spettri stellari consentì agli astronomi di determinare la composizione chimica del sole e delle altre stelle.
L’opera qui esposta fu presentata da Kirchhoff all’Accademia delle Scienze di Berlino nel 1861 e pubblicata nel 1862. I due volumi riportano il timbro della Società degli Spettroscopisti Italiani, di cui Pietro Tacchini fu Presidente durante la sua permanenza a Palermo, e furono quindi probabilmente da lui acquisiti.
Il primo volume è aperto sulla tavola III, che raffigura lo spettroscopio a prismi utilizzato da Kirchhoff per le sue ricerche spettrali; il secondo volume è aperto sulla tavola Ia, che raffigura le righe dello spettro solare misurate a Heidelberg.
Su entrambi i volumi è stato direcente effettuato un intervento di restauro conservativo. [i.c., d.r.]

Bibl.: Hentschel 2002, pp. 54, 125; Hearnshaw 1989, 42-43.