Dal 21 marzo al 21 giugno 2016 a Firenze, Roma, Napoli, Palermo, Padova

Spettroscopio a visione diretta

J. G. Hofmann, Parigi, 1870
mm 650 x 100 x 100

Dotato di un sistema di cinque prismi di vetro flint e crown, affiancati e alternati in modo tale da generare lo spettro nella stessa direzione dell’asse ottico dello strumento – da cui il nome a visione diretta, lo spettroscopio fu utilizzato per la prima volta in Sicilia, per osservare l’eclisse totale di Sole del 1870. La combinazione risultante da cannocchiale e spettroscopio fu chiamata telespettroscopio e con essa si studiava principalmente la cromosfera solare.