Dal 21 marzo al 21 giugno 2016 a Firenze, Roma, Napoli, Palermo, Padova

ERNST WILHELM LEBERECHT TEMPEL (1821-1889)

Osservazioni e disegni di alcune nebule

manoscritto, litografie e disegni, Arcetri 1875-1880

tav. VIII. Neb. Gen. Cat. 138 [NGC253]

tav. XIX Neb. Gen. Cat. 2372, 2377 e 2378 [Tripletto del Leone: M65, M66 e NGC3628]

litografie, 230 x 300 mm

INAF-Osservatorio Astrofisico di Arcetri, Archivio Storico, Fondo Tempel

Le litografie qui esposte sono tratte da disegni eseguiti da Wilhelm Tempel con il telescopio equatoriale Amici I dell’Osservatorio di Arcetri. Fanno parte di una raccolta di 22 tavole con cui Tempel vinse nel 1880 il Premio di S.M. Umberto I per l’Astronomia dell’Accademia Reale dei Lincei. Ne era stata prevista la pubblicazione, che però non fu mai realizzata per la difficoltà di riprodurre le fini sfumature dei disegni. Solo il testo introduttivo, ampliato, fu pubblicato nel 1885 con il titolo Über Nebelflecken. Gli oggetti rappresentati nei disegni qui mostrati sono galassie, ovvero grandi insiemi di stelle che ci appaiono come una nebulosità indistinta a causa della loro distanza. Le prime osservazioni spettroscopiche di nebulose, effettuate da William Huggins, mostrarono che alcune nebulose presentano uno spettro simile a quello stellare; esse sono quindi costituite da stelle e denominate galassie, per distinguerle dalle nebulose propriamente dette (cfr. Fi. 11).

Bibl.: TEMPEL 1885, HUGGINS 1864, CHIMIRRI ET AL. 2009.