Dal 21 marzo al 21 giugno 2016 a Firenze, Roma, Napoli, Palermo, Padova

Recensione della Mostra su Le Stelle

Da Le Stelle n. 154, Maggio 2016, Astro News

FINO AL 21 GIUGNO LA MOSTRA “STARLIGHT” RACCONTERA LA STORIA DELL’ASTROFISICA IN ITALIA

L’astrofisica in Italia ha avuto una storia singolare. Nell’Ottocento padre Angelo Secchi a Roma, Lorenzo Respighi a Bologna e poi a Roma, Pietro Tacchini a Palermo, Giovan Battista Donati a Firenze, Giuseppe Lorenzoni a Padova ne furono precursori a livello internazionale, ma poi la nuova branca dell’astronomia subì nel nostro paese una specie di eclisse, per risorgere rigogliosa dopo la Seconda Guerra Mondiale.

copertina_catalogoOra questa storia viene raccontata nella mostra “Starlight. La nascita dell’Astrofisica in Italia”, organizzata dall’Istituto Nazionale di Astrofisica con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. La mostra è concepita con una struttura “a rete” formata da cinque sezioni ospitate in varie sedi INAF, in particolare quelle di Arcetri (Firenze), Roma, Capodimonte (Napoli), Palermo e Padova. Inaugurata il 21 marzo, rimarrà aperta fino al 21 giugno, dall’equinozio di primavera al solstizio d’estate, e permetterà di ammirare numerosi reperti storici e strumentali, a cominciare dalle prime classificazioni spettrali ottenute con un prisma-obiettivo ( v. figura).

Un particolare rilievo ha nella mostra l’astrofisica solare, che mise ad Arcetri solide radici mentre in altri Osservatori continuava la vecchia tradizione dell’astronomia di posizione.

Una visita virtuale sara possibile attraverso il web.