21 March – 21 June 2016 in Florence, Rome, Naples, Palermo, Padua

Starlight: a spasso nell’astrofisica italiana con lo smartphone

Un’azienda del beneventano ha realizzato il tour virtuale grazie al quale è possibile visitare con un proprio dispositivo, la mostra dell’Istituto Nazionale di Astrofisica che resterà aperta fino al 21 giugno.

Starlight: a spasso nell’astrofisica italiana con lo smartphone
di DM Lab

San Giorgio del Sannio (Benevento) 11.04.2016 (DM) – Virtual Tour nell’astrofisica italiana dalle origini allo sviluppo della fisica solare passando per l’eclissi totale di Sole del 1870: le cinque sedi individuate dall’Istituto nazionale di Astrofisica per installare Starlight, mostra dedicata che riguarda cinque momenti fondamentali per il progresso dell’astrofisica in Italia, potranno essere visitare comodamente “da casa” grazie a Wish-Op srl di San Giorgio del Sannio, che ha supervisionato il progetto, e grazie anche a un network di professionisti da Trieste a Palermo, che hanno realizzato un virtual tour delle cinque sedi accessibile da pc e smartphone. Il virtual tour può essere visto anche con visori per realtà virtuale e il proprio smartphone, come le Google Cardboard.

Wish-Op ha progettato e coordinato il lavoro. In particolare ha realizzato, con strumenti open source, il sito per web e mobile. Il virtual tour ha visto impegnati una rete di professionisti, con immagini create da Fabio Casati, Firenze (www.aprileporte.it)Luca Mangano(www.360virtualtour.it) Catania; Michele Sabella, Benevento (www.visualedigitale.com); Dino Tognato, Padova (www.youvisual.it). Andrea Schillani, di Trieste (andreaschillani.it) e ha dato vita al virtual tour integrando le immagini con il motore vero e proprio del sistema di realtà virtuale.

La mostra ‘Starlight – la nascita dell’Astrofisica in Italia’ ha ricevuto dal Capo dello Stato Sergio Mattarella, la Medaglia del Presidente della Repubblica, ed è stata organizzata da Istituto Nazionale di Astrofisica con patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Dura fino al 21 giugno e presenta il contributo dato dagli astronomi italiani alla nascita dell’astrofisica, nel diciannovesimo secolo, con le prime analisi spettroscopiche della luce stellare.

Le cinque sedi della costellazione INAF in cui è possibile recarsi “di persona” accolgono i seguenti momenti fondamentali: ‘Le origini dell’Astrofisica’, presso L’Osservatorio Astronomico di Arcetri (Firenze); ‘Roma, capitale dell’astrofisica’, presso l’Osservatorio Astronomico di Roma a Monte Porzio Catone; ‘L’eclisse totale di Sole del 1870′, presso l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte (Napoli); ‘Lo sviluppo della fisica solare’, presso la Chiesa di S. Maria delle Grazie, al Palazzo Reale di Palermo; ‘Una società scientifica italiana per l’astrofisica’, presso l’Osservatorio Astronomico di Padova.

Abbiamo parlato di:

Starlight Website

Osservatorio Capodimonte Website

Tiscali in Campania