Dal 21 marzo al 21 giugno 2016 a Firenze, Roma, Napoli, Palermo, Padova

Sabato 2 Aprile visita all’Osservatorio Astronomico di Capodimonte a soli due euro

monumentale_napoli_museoSabato 2 aprile 2016 alle ore 10:00 l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte organizza un’apertura straordinaria con visite guidate a soli 2 euro, mentre i bambini al di sotto dei 10 anni entreranno gratuitamente. Nello specifico, è prevista una visita alla mostra “Starlight: la nascita dell’Astrofisica in italia”, la visita al padiglione del Cerchio Meridiano di Repsold ed inoltre, in presenza di condizioni metereologiche ottimali, sono previste delle osservazioni del Sole in collaborazione con l’UAN. La mostra è diffusa “a rete” sul territorio italiano: ognuna delle cinque sezioni che la compongono è ospitata in alcune delle sedi INAF, in particolare quelle di Arcetri (Firenze), Roma, Capodimonte (Napoli), Palermo, Padova.
“La mostra STARLIGHT, vuole far conoscere il contributo dato dagli astronomi italiani alla nascita dell’astrofisica, con le prime analisi spettroscopiche della luce stellare” dice Ileana Chinnici, dell’INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo, coordinatrice dell’iniziativa con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali . “Pochi sanno infatti che l’Astrofisica è nata in Italia e che diversi astronomi italiani hanno dato un apporto determinante al suo sviluppo nella seconda metà dell’Ottocento, dei veri e propri pionieri in questo campo, come Giovan Battista Donati a Firenze, Angelo Secchi e Lorenzo Respighi a Roma, Pietro Tacchini a Palermo, Giuseppe Lorenzoni a Padova”.
A questi scienziati si devono risultati importanti, quali le prime analisi spettroscopiche della luce delle stelle la prima classificazione spettrale delle stelle, la realizzazione di strumenti e metodologie per la spettroscopia astronomica, lo sviluppo della fisica solare, la costituzione della prima società scientifica dedicata all’astrofisica. L’ingresso sarà consentito soltanto su prenotazione e fino ad esaurimento posti. E’ possibile prenotarsi all’evento comunicando il proprio nominativo a eventi@oacn.inaf.it e attendere la conferma di disponibilità da parte dell’Osservatorio.

di Mena Fratianna

Il giornale di Casoria