Dal 21 marzo al 21 giugno 2016 a Firenze, Roma, Napoli, Palermo, Padova

Starlight: alle origini dell’astrofisica in Italia

Starlight: alle origini dell’astrofisica in Italia

Forse pochi lo sanno, ma l’Italia ha dato un contributo fondamentale alla nascita dell’astrofisica. Molti astronomi italiani si sono distinti in questo campo nella seconda metà dell’Ottocento, un’epoca in cui furono dei veri e propri pionieri di questa scienza.

Ma da oggi è possibile conoscere i loro nomi e il loro contributo scientifico grazie alla mostra “Starlight – la nascita dell’Astrofisica in Italia”, organizzata dalI’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica). La mostra è s suddivisa in cinque sezioni, ognuna allestita in una sede diversa: si tratta dei luoghi dove gli astronomi hanno condotto le loro ricerche e sono raccolte le loro testimonianze.

Ecco, da nord a sud, le sezioni e le sedi dei cinque allestimenti.

  • “Una società scientifica italiana per l’astrofisica” all’Osservatorio Astronomico di Padova
  • “Le origini dell’Astrofisica” all’Osservatorio Astronomico di Arcetri (Firenze)
  • “Roma, capitale dell’astrofisica” all’Osservatorio Astronomico di Roma a Monte Porzio Catone
  • “L’eclisse totale di Sole del 1870” all’Osservatorio Astronomico di Capodimonte (Napoli)
  • “Lo sviluppo della fisica solare” presso la Chiesa di S. Maria delle Grazie, al Palazzo Reale di Palermo

Una mostra suddivisa in cinque città è una ricchezza per il nostro Paese e permette di valorizzare la storia della scienza e degli scienziati italiani. Grazie alla tecnologia, è inoltre possibile visitare tutte le sedi attraverso un virtual tour accessibile da PC e da smartphone e immergersi in un’atmosfera ricca di suggestioni.

Tutte le informazioni sul sito di “Starlight“.

Buona visita!

agendadellascienza